Realizzazione siti web Rimini, creazione siti internet responsive, sviluppo siti e-commerce, blog, portali web, siti aziendali

 


Chi è Giorgia Nicolini

Creazione siti web e fotografia: due grandi passioni

Giorgia Nicolini
Mi chiamo Giorgia, ho 39 anni e posso tranquillamente affermare che la creazione siti internet e la Search Engine Optimization sono due grandi passioni della mia vita. Non le uniche, perchè amo fare davvero tantissime cose (disegnare, leggere, scrivere, giocare a scacchi, fare fotografie, giocare con le mie figlie, guardare serie tv asiatiche).

Alla mia veneranda età studio ancora. E non per imposizione. Per il puro piacere di arricchire le mie conoscenze. In quali ambiti? Svariati, ma principalmente Web Usability, SEO e linguaggi di programmazione (HTML, CSS e PHP). Pur coltivando il desiderio di costruirmi un giorno un CMS fatto in casa, utilizzo per ora la piattaforma di WordPress, un CMS open source che mi sta dando davvero tantissime soddisfazioni. Se ha conquistato una miriade di sviluppatori in tutto il mondo del resto ci sarà un motivo.

Un'altra passione che ho sviluppato negli ultimi anni è quella dei social network. Sono partita con Google Plus, al contrario del 90% degli internauti che ha utilizzato come primo social l'ormai collaudato Facebook. Ecco, alla fine sono atterrata anche io su quest'ultimo ed ormai ho una discreta esperienza sul suo utilizzo lato business. Da diverso tempo inoltre sto utilizzando con passione Instagram. Ho infatti sviluppato un interesse crescente verso la fotografia ed ho già prodotto un discreto numero di foto artistiche che hanno come tema soprattutto la natura.

Al di là dell'aspetto puramente ludico, i social network, se utilizzati nel modo giusto (e per questo ci sono i social media manager) si rivelano un ottimo strumento di comunicazione per le aziende ed i professionisti, in quanto consentono loro di farsi conoscere, di stringere rapporti con potenziali clienti e di rafforzare il proprio brand.

Mi definisco una creativa, perchè mi affascina tutto ciò che si può considerare arte, dalla musica alla scrittura, dalla scultura alla pittura, dalla fotografia alla grafica.

La passione per il computer invece è nata quando io e mio fratello abbiamo ricevuto in regalo un Commodore 64 (qualcuno se lo ricorderà). Quante ore della nostra infanzia abbiamo trascorso giocando ai videogiochi. Poi sono cresciuta ed ad essi ho preferito lo studio del fenomeno di internet. Ho lavorato diversi anni nel settore turistico, in particolare in quello alberghiero e grazie a tale esperienza ho avuto l'opportunità di occuparmi di siti per hotel giungendo a comprendere l'importanza non solo di avere un sito ma anche di farlo trovare sui motori di ricerca. Ho iniziato quindi a studiare l'HTML osservando e cercando di comprendere il codice di templates già pronti. Ho iniziato anche a sperimentare, aggiungendo, eliminando, modificando. E poi venuto naturale l'approccio ai fogli di stile. Personalizzare i templates che reperivo sul web fino a costruirmi fogli di stile ex novo è stata una vera soddisfazione. Magari, per chi ha fatto corsi, raggiungere gli stessi risultati è semplice e veloce. Ma per me, autodidatta con all'attivo pochi corsi di formazione per la maggior parte svolti online, un diploma di tecnico delle comunicazioni di massa, e qualche esame universitario sul marketing, si è trattato di un percorso lungo e costellato di difficoltà, specialmente all'inizio, quando si trattava di imparare un nuovo linguaggio. Ho trovato delle somiglianze con l'apprendimento di una nuova lingua straniera. Inizialmente le parole che leggi sono incomprensibili. Allo stesso modo quando per la prima volta leggi una riga di codice ti chiedi "Ma chi me lo fa fare? Questa roba è arabo. Solo un masochista proverebbe a capirci qualcosa". E poi un bel giorno, quando cominci a credere che non caverai un ragno da un buco, ecco accadere la magia. La logica della lingua che stai studiando, i codici che si stendono di fronte ai tuoi occhi, hanno un senso! Il loro significato diventa di colpo chiaro. Riesci a fare collegamenti, a comprendere concetti che prima erano assolutamente incomprensibili, ti senti un mezzo genio insomma (lo dico con ironia ma se a qualcuno è capitato di vivere una situazione simile forse riesce a capirmi). Quando ho raggiunto la consapevolezza che la mera presenza sul web non era sufficiente, il mio interesse si è lentamente spostato, anzi no, direi allargato, verso la SEO. Non più solo codici e grafica web, ma anche contenuti, tecniche di ottimizzazione e di link building, tool e strumenti per testare e studiare il proprio sito e quello dei competitor.

Non solo HTML: i CMS e Wordpress

siti wordpressRecentemente, con l?avvento degli ormai famosi CMS, anche Wordpress è entrato a far parte dei miei interessi. A dire il vero, il mio primo approccio ai CMS è stato Joomla!, che però ho trovato poco intuitivo e per alcune funzionalità troppo macchinoso. Ho quindi provato a cambiare CMS e sono approdata a Wordpress. L'assistenza che alcune amicizie conosciute su Google Plus mi hanno generosamente dato è stata davvero preziosa e mi ha aiutata a rompere il ghiaccio con le prime operazioni e anche con alcune problematiche incontrate lungo il percorso di apprendimento. Devo dire che ad oggi possiedo una discreta conoscenza della piattaforma di Wordpress. Sono in grado di realizzare Child Themes e personalizzarli modificando righe di codice sui fogli di stile e sui documenti PHP. Riesco ad intervenire sul database MySQL quando a volte si rende necessario. Ho modificato qualche plugin a livello di CSS e me la cavo con la configurazione grazie, lo devo ammettere, ad una buona conoscenza dell'inglese.

In origine il mio blog era costruito su Wordpress. Si trattava di un tema figlio basato su Genesis Framework. Ora ti spiego perchè attualmente è statico in HTML e CSS.

Perchè il mio blog è in HTML


Avevo il mio blog su Wordpress ormai da diverso tempo. In origine si trattava di un tema child di non ricordo più quale Twenty (i temi che Wordpress rilascia durante alcuni aggiornamenti). Era gratuito ma io ad un certo punto ho voluto il meglio. Ho cercato un tema pensato per la SEO. La scelta era difficile. Alla fine la rosa dei candidati si era ridotta a tre: Thesis di DIY Themes, Canvas di WooThemes e Genesis di StudioPress. La mia scelta è caduta su Genesis, ho acquistato il Framework e ho iniziato a creare Child Themes basati su di esso. Mi sono divertita, ho raggiunto qualche risultato a livello locale ma non sono mai stata pienamente soddisfatta. Non perchè Wordpress non sia in grado di produrre siti carini o posizionabili. Direi che la causa è da attribuire al fatto che ormai da una decina d'anni costruisco i miei siti in HTML e non riesco quindi a percepire la medesima soddisfazione che ricavo lavorando con gli editor testuali. Anche con Wordpress si può intervenire sui codici, ma lavorare su un unico documento e veder fiorire il mio sito senza dover mettere le mani su non so quanti documenti in php è decisamente più comodo. Questa perlomeno è l'umile convinzione della sottoscritta. Ciò non significa che io abbia abbandonato Wordpress. Si tratta di una piattaforma che offre molte soddisfazioni non solo a chi sviluppa siti web ma anche a chi non sa come (o non vuole) intervenire sui codici. Devo dire che un grosso vantaggio che offre Wordpress rispetto all'HTML è che con Wordpress puoi lavorare ovunque e con qualsiasi dispositivo. Inoltre si può creare un sito in modo veloce e pratico, con un notevole risparmio di tempo che si tradue in un risparmio di denaro e quindi in prentivi ai clienti decisamente bassi. Resto però convinta, lo dico per esperienza diretta, che per ora, a parità di contenuti, vincono ancora i siti W3C in HTML per ciò che concerne il posizionamento. Così ad oggi ho una mia personale teoria. Uso Wordpress per siti che puntano al design e che desiderano posizionarsi in nicchie poco competitive o che si accontentano di essere posizionati su parole chiave a "coda lunga". O per siti che hanno pochi contenuti e quindi non puntano al posizionamento. Per siti che invece puntano a salire sui motori preferisco proporre un HTML, graficamente meno di impatto ma se con un quantitativo giusto di contenuti assolutamente efficace nel posizionarsi. Ho avuto la conferma di questo quando ho realizzato un sito per un mio cliente, un ortopedico di Riccione che voleva posizionarsi per questo termine. Ho scelto quindi per lui il nome a dominio (fortunatamente libero) www.ortopedicoriccione.it ed ho programmato una serie di contenuti di qualità.

Autore: