Realizzazione siti web Rimini, creazione siti internet responsive, sviluppo siti e-commerce, blog, portali web, siti aziendali

 

Search Engine Marketing

Marketing attraverso i motori di ricerca

search engine marketing
Prima di iniziare, credo sia giusto spiegare cos'è la SEM o Search Engine Marketing, perchè non posso dare per scontato che coloro che mi leggano siano tutti esperti SEO o webmaster professionisti. La SEM (abbeviazione di Search Engine Marketing) non è altro che una forma di internet marketing che riguarda la promozione di siti internet aumentando la loro visibilità nelle SERP (cioè nei risultati di ricerca). Come avviene tutto questo? Attraverso:

  • la SEO (Search Engine Optimization) che tramite interventi on-page (sui siti) e off-page (link building) ha l'obiettivo di far giungere i siti oggetto dell'ottimizzazione nelle prime posizioni dei risultati di ricerca
  • i PPC (Pay Per Click), come ad esempio Google AdWords di Google, un tipo di pubblicità utile a dirigere il traffico verso i siti i quali pagano per ogni click ricevuto sulla pubblicità

In entrambi i casi sono di fondamentale importanza le keywords, le parole chiave in italiano, che se ben impostate consentono di raggiungere esattamente il target che si desidera, con grande risparmio di energie, tempo e soldi. Quindi il Search Engine Marketing non è altro che l'uso della pubblicità online sui risultati dei motori di ricerca per aiutare i visitatori a trovare un sito. Non sempre però ad un sito conviene utilizzare i Pay Per Click per farsi trovare, poichè esso potrebbe avere già un ottimo posizionamento organico e non necessitare quindi di una ulteriore presenza sui risultati a pagamento. A dire il vero Searchengineland.com afferma nel suo articolo "What is SEM?" che oggi ormai l'acronimo SEM si riferisce soltanto alle ricerche pagate mentre prima era considerato un "termine ombrello" che usava comprendere sia le attività di SEO che quelle riferite ai risultati a pagamento.

Quali sono le maggiori piattaforme di Search Marketing

Le maggiori piattaforme di Search Marketing sono due:

  • Google Adwords: Per attivare l'account è sufficiente avere un account su gmail e fornire i dati per la fatturazione.
  • Bing Ads: Yahoo Bing Newtwork è formata da Yahoo, Bing e i siti partner di entrambi. Per attivare l'account è necessario avere un account microsoft o crearne uno. Fornendo alcuni dettagli riguardanti la propria attività di completerà l'operazione di iscrizione.

Yahoo Bing Ads: che cos'è e come può incrementare il tuo business

Bing Ads consente di incrementare il traffico sul proprio sito web attraendo visitatori a livello nazionale e internazionale. La pubblicità accanto ai risultati di ricerca su Bing e Yahoo! consente di dare ampia visibilità al proprio sito per le parole chiave scelte, consentendogli di catturare l'attenzione di potenziali clienti che altrimenti non verrebbero raggiunti. I clic ottenuti tramite posizionamento organico sono gratuiti e quindi in teoria un sito ben posizionato per le keyword che gli interessano non necessiterebbe di acquistare anche pubblicità Pay Per Click. Eppure spesso si vedono siti promossi tramite PPC che sono ottimamente posizionati anche naturalmente. Questo perchè comunque una fetta di utenti si ferma sugli annunci a pagamento senza proseguire nella lettura dei risultati di ricerca. In tal modo un sito ha l'opportunità di avere la massima visibilità possibile. Se è vero che i clic SEM richiedono un pagamento, è anche vero che si può decidere quanto pagare, scegliendo quando far visualizzare gli annunci riguardanti il sito. E' molto interessante anche la funzione delle statistiche, che consente di verificare quali annunci sono più efficaci così da poter ottimizzare al massimo il contenuto, le parole chiave e i tempi di visualizzazione. Tutto questo per dire che non ci troviamo di fronte alla scelta SEO o SEM. Si tratta di due strumenti distinti che possono essere utilizzati assieme. Per la prima campagna si può avere un prezioso aiuto gratuito da Bing Ads contattando il numero 800 930877. Lo specialista che fornirà assistenza offrirà suggerimenti per ottenere il massimo dagli annunci.

Ma come funziona Bing Ads?

Prendiamo un utente e chiamiamolo con un nome di fantasia: Marco. Il nostro amico, che abita a Rimini, sta cercando una web agency che realizza siti web. Scrive nello spazio apposito del motore di ricerca Bing o su Yahoo! "web agency Rimini". Si tratta di una parola chiave (keyword) o termine di ricerca, e quando Marco premerà invio otterrà una lista di risultati: i risultati di ricerca. Tra questi troverà alcuni annunci a pagamento situati nella parte superiore o sulla destra dei risultati di ricerca naturali. Gli annunci che Marco visualizzerà saranno quelli che sono stati impostati per comparire con la parola chiave "web agency rimini". Quindi se una web agency di Rimini ha impostato un annuncio con la keyword "web agency Rimini", Marco visualizzerà l'annuncio. L'annuncio impostato dalla Web Agency può essere stato configurato in modo da mostrare il numero di telefono, il sito web e le indicazioni per raggiungere la web agency.

Google Adwords: un prodotto di Big G diventato indispensabile

sem

Levy Steven, nel suo libro "Rivoluzione Google. I segreti dell'azienda che ha cambiato il mondo" dice che è come se i fondatori di Google, quando hanno ideato il motore di ricerca, mirassero all'ambizioso obbiettivo di realizzare una specie di intelligenza artificiale in grado di rispondere alle domande di chi la consultava. In effetti Google si comporta proprio in questo modo. Ogni giorno immagazzina una quantità pazzesca di dati riguardanti le richieste e i comportamenti degli utenti (grazie ai cookie). Oggi è così diventato davvero una specie di oracolo al quale si possono porre domande che anche se mal formulate o incomplete vengono comunque interpretate in modo corretto da Google. Google rileva tantissimi dati che utilizza per delle statistiche grazie alle quali riesce a rispondere in modo sempre più mirato alle richieste di coloro che lo utilizzano. Vedi ad esempio la Geolocalizzazione che consente al motore di fornire risultati in base alla località. Un bel giorno Google ha pensato di monetizzare tutto questo con i pay per click, annunci a pagamento per i quali paghi una cifra per ogni click. Grazie a delle statistiche riesci a verificare se le campagne di annunci che hai realizzato sono vincenti o se vanno rielaborate. Puoi scegliere il target a cui puntare selezionando le zone in Italia o all'Estero in cui vuoi apparire, puoi creare links a pagine interne, un pulsante per chiamare al telefono (comodo se si effettua la ricerca con un cellulare poiché cliccandoci sopra in automatico viene digitato il numero per la chiamata). Google AdWords offre tantissime opportunità, motivo per cui chiamarlo semplicemente "piattaforma di keyword advertising" pare riduttivo. Il suo utilizzo infatti non è limitato alla scelta di termini di ricerca, non si tratta insomma di un'interazione passiva con gli utenti di Google. Si tratta di un potente mezzo per integrare le proprie azioni di marketing online, grazie anche alla preziosa interazione con Google Analytics.

Ma com'è strutturato Google AdWords?

Ho detto inizialmente che per Google AdWords basta aprire un account su Gmail. Mi riferivo al singolo inserziosista (un'azienda o un libero professionista ad esempio). Per una gestione di molti account Google ha pensato di creare un potente strumento rivolto principalmente a grandi inserzionisti e terze parti (un esperto AdWords che segue gli account di più clienti). Con un unico pannello di controllo si possono visualizzare le informazioni pertinenti per tutti gli account collegati. Puoi monitorare il rendimento, indivisuare gli account , gestire i budget. Grazie alla pagina di riepilogo degli avvisi si possono monitorare gli account visualizzando avvisi e avanzate funzionalità di ricerca.

L'opportunità che i nostri prodotti/servizi hanno di essere trovati nelle infinite pieghe della rete globale passa attraverso due diverse logiche, sintetizzabili attraverso i concetti di Esserci e Apparire. Tratto dal libro: I segreti di Google AdWords di Testa e Di Fraia

Che cosa significa? La SEO (Search Engine Optimization) è totalmente orientato alla filosofia dell'esserci e offre risultati di lungo periodo, mentre il SEM (Search Engine Marketing) e il SEA (Search Engine Advertising) hanno come scopo l'apparire, e precisamente far apparire gli annunci dell'inserzionista nei risultati di ricerca di coloro che digitano certe parole chiave per ottenere click e conversioni. Sia SEA che SEM offrono risultati di breve termine e subito quantificabili. L'importante è ricordare che SEM e SEO non sono antagonisti, perchè nessuna campagna Pay per Click offrirà risultati ottimali se alle spalle non c'è un sito perfettamente ottimizzato. Allo stesso modo, fare SEO oggi nel 2014 non è più sufficiente perchè occorre presidiare il più possibile i risultati di ricerca (SERP) quindi ben vengano annunci AdWords, risultato organico, mappa, video, foto.

Autore: